Tekfor, gli operai rifiutano il premio da 500 euro. “Vogliamo garanzie sul futuro”

Tekfor“500 euro? No, grazie. Vogliamo certezze sul nostro futuro”. Questo il senso della protesta dei lavoratori della Tekfor di Villar Perosa, azienda acquistata recentemente dal gruppo indiano Amtek. La richiesta è rivolta proprio alla nuova dirigenza che, al termine di un’assemblea tenutasi ieri, aveva offerto ai dipendenti un premio di 500 euro per il lavoro svolto nel primo semestre 2014, ma ha lasciato pesanti punti interrogativi sul futuro della fabbrica. Gli operai hanno scelto di dare un segnale forte alla proprietà, rinunciando ai soldi nonostante il periodo non facile, ma preoccupati dalla volatilità del loro posto di lavoro.
La Tekfor ha stipulato nel marzo scorso un accordo con i sindacati, in scadenza a fine anno, che prevede il licenziamento collettivo di un massimo di 97 dipendenti tra gli stabilimenti di Villar Perosa ed Avigliana, a cui verranno offerti incentivi economici. Al momento sono già stati mandati a casa 31 lavoratori e per quelli rimasti le ferie non verranno pagate.