A Torre Pellice si è aperto il sinodo valdese contro “le logiche del potere”. Il saluto del Papa

SinodoValdesiUn forte appello a seguire la strada del discepolato e del servizio verso l’altro, senza lasciarsi affascinare dalle logiche di potere di questo mondo. E’ questo il centro della predicazione pronunciata dal pastore Claudio Pasquet durante il culto di apertura del Sinodo delle chiese metodiste e valdesi (24-29 agosto), tenutosi nel pomeriggio a Torre Pellice (TO), alla presenza del pastore Tim Macquibandella Chiesa metodista di Gran Bretagna, che si appresta a svolgere il suo ministero presso la chiesa metodista di Ponte Sant’Angelo a Roma, numerosi rappresentanti di chiese evangeliche italiane e straniere e del vescovo di Pinerolo, monsignor Pier Giorgio Debernardi. Un “saluto fraterno” e la “vicinanza spirituale” è arrivato anche da Papa Francesco, per mezzo di una lettera del Segretario di Stato vaticano, cardinale Pietro Parolin. Partendo dal brano evangelico di Marco 10:42-45 – nel quale alla richiesta dei discepoli di occupare i posti d’onore nel suo Regno, Gesù risponde esortandoli a diventare “servi di tutti” – Pasquet ha sottolineato come la chiesa sia tale solo se si raccoglie attorno al suo Signore che le indica una via diversa e alternativa a quella dei “prìncipi delle nazioni che dominano su di esse”. “Sono prìncipi delle nazioni quanti hanno anteposto la finanza alla salute, allo stato sociale, al lavoro dei giovani. Sono prìncipi delle nazioni quelli che, in nome di Dio, vogliono imporre la loro religione agli altri con terrorismo e violenze”, ha affermato Pasquet. Quella che Gesù offre ai suoi discepoli è la strada di una libertà cristiana che si esprime prima di tutto nel servizio, nella critica alle logiche di questo mondo e alla brama di potere che opprime i deboli: “ai mali del mondo, come le guerre che anche oggi ci minacciano e sono le terribili metastasi di tumori chiamati potere, prestigio e denaro, vi è la sola cura del servizio e della solidarietà”, ha ribadito Pasquet.
I lavori sinodali entreranno nel vivo domani mattina con la lettura della relazione della cosiddetta Commissione d’esame che nel mese d’agosto ha valutato l’operato della Tavola valdese (organo esecutivo dell’Unione delle chiese metodiste e valdesi).
Domani sera si terrà un evento pubblico dal titolo: “I diritti di tutti e di tutte”, che si svolgerà alle 20.45 presso il tempio valdese di Torre Pellice. Ospiti dell’incontro, Luigi Manconi, presidente della Commissione parlamentare per la tutela dei diritti umani; Gianna Pentenero, assessore della Regione Piemonte; Alessandra Trotta, presidente dell’Opera per le chiese evangeliche metodiste in Italia; Paolo Naso, politologo; Eugenio Bernardini, moderatore della Tavola valdese. Presiede Gian Mario Gillio, direttore di Confronti.