La pagina Facebook di un comitato Si Tav minaccia la chiusura

si-tavLa pagina Facebook di un sedicente comitato Si Tav sembra destinata a chiudere. Lo si legge in un messaggio scritto dal suo gestore della pagina che  lamenta la mancanza di collaboratori ma anche l’assenza delle istituzioni e i boicottaggi da parte di politici e di alcuni personaggi parcheggiati alle corti di questo piuttosto di quel partito che hanno deliberatamente intralciato il formarsi di un comitato vero e proprio a seguito delle riunioni della scorsa primavera. 

Il messaggio sulla pagina Facebook


Causa mancanza di collaboratori, volontari e persone che mi aiutino a tenerla costantemente aggiornata,
causa istituzioni totalmente assenti nel contribuire a sviluppare ed attuare iniziative,
causa boicottaggi politici di alcuni personaggi parcheggiati alle corti di questo piuttosto che di quel partito che hanno deliberatamente intralciato il formarsi di un comitato vero e proprio a seguito delle riunioni della scorsa primavera,
causa un ridicolo campanilismo di parecchi valsusini tanto bravi a demonizzare un torinese armato di buona volonta’ sacrificato alla gogna pubblica per fare i loro interessi, quanto incapaci di organizzarsi da soli in qualsiasi forma di contrasto all’unica voce che la valle di Susa sente da ormai vent’anni,
causa mancanza di tempo e di motivazione da parte del sottoscritto :
metto a disposizione la pagina del COMITATO SI TAV a chiunque si dica interessato a proseguire il lavoro da me svolto da ormai quattro anni, unica clausola, che la o le persone interessate siano, al pari del sottoscritto, palesemente indipendenti da partiti politici e/o aziende direttamente o indirettamente legate alla realizzazione della linea TorinoLione.
Chi fosse interessato a prendere in gestione la pagina é invitato a contattarmi tramite messaggio privato.



In questo articolo: