QPositivo – Il “Quarto Stato” dipinto da ragazzi disabili, un progetto di inclusione sociale a Volpiano

MuralesLavorano l’acciaio, ma hanno il cuore tenero. La Cast, azienda storica di Volpiano (TO) che produce raccorderia oleodinamica alta pressione in acciaio inox e al carbonio, di fronte alla necessità di rinnovare l’interno del proprio stabilimento ha deciso di investire sulle capacità di artisti insospettabili, ma non per questo meno talentuosi. “Il Lavoro incontra la disabilità. Diversamente abili, ugualmente artisti”: è questo il concetto alla base dell’iniziativa che ha visto affidare i lavori per la realizzazione di un grande murales (8 metri per 5) ad alcuni ragazzi con problemi psichiatrici e affetti da sindrome di Down della cooperativa “Il Margine”. I giovani pittori hanno reinterpretato il famoso “Quarto Stato” di Pellizza da Volpedo, declinandolo in una chiave più vicina a loro stessi, quelli della disabilità. L’opera verrà inaugurata il 22 novembre presso lo stabilimento della Cast e gli autori verranno ricompensati con l’acquisto di una serra per imparare un’altra arte, quella della coltivazione. Il progetto, interamente finanziato dall’azienda, mira ad inserire i soggetti con malattie psichiche nel tessuto occupazionale della zona, valorizzando le loro capacità creative e non offrendo solamente una asettica solidarietà. La speranza è che altre aziende o enti possano ispirarsi a questa iniziativa in futuro, creando inclusione sociale e professionale con realtà analoghe a quella della cooperativa “Il Margine”.

La fotogallery con la realizzazione del murales all’interno della fabbrica

[imagebrowser id=1027]