Per il terzo anno consecutivo c’è un tasso di crescita negativo per le imprese a Torino

camera di commercio di torinoPer il terzo anno consecutivo c’è ancora un tasso di crescita negativo per la natimortalità imprenditoriale torinese (-0,41%). Aumentano di numero solo le imprese del turismo (+0,6%) e dei servizi alla persona (+0,8%), mentre per la prima volta sono in discesa i servizi alle imprese (-1,7%). I dati del 2014 mostrano che le chiusure delle imprese sembrano diminuire, anche se le aperture registrano valori ai minimi storici. La somma dei due fenomeni mostra che purtroppo il tasso di crescita del nostro tessuto imprenditoriale è ancora in calo per il terzo anno consecutivo

– ha dichiarato Vincenzo Ilotte, Presidente della Camera di commercio di Torino – Ed è proprio nello spirito di cambiare tale tendenza che l’ente camerale ha lanciato nuovi servizi, sempre gratuiti, volti ad incoraggiare la voglia di impresa e soprattutto ad orientare al meglio l’aspirante imprenditore, affinché ogni buona idea non vada persa, ma si trasformi in un’attività solida, duratura e redditizia. Siamo, infatti, convinti che la nostra Camera possa e debba giocare un ruolo determinante nel costruire la ripresa del nostro territorio”. Per promuovere la voglia di imprenditorialità la Camera di commercio offre servizi gratuiti: al via il 31 marzo il programma di formazione specialistica, con un seminario sulle attività per la prima infanzia, e ad aprile il nuovo laboratorio NiLab, per chi vuole elaborare meglio la propria idea di impresa.

Sei un aspirante imprenditore? Vieni in Camera di commercio!

Sono circa 1.000 gli utenti che si rivolgono ogni anno al Settore Nuove Imprese: si tratta per il 68% di giovani con meno di 35 anni e per più della metà di disoccupati o persone in mobilità. Il servizio, gratuito su appuntamento, offre un orientamento individuale volto a definire, sulla base di un’idea d’impresa, il percorso amministrativo-burocratico da seguire, l’inquadramento e la veste giuridica, i principali costi di avvio e i presupposti necessari per concretizzare il progetto. Se necessario, l’aspirante imprenditore viene poi accompagnato verso altri servizi della Camera di commercio per completare l’informazione fornita: ad esempio per un’attività alimentare, è necessario superare l’esame per la somministrazione, informarsi in merito all’etichettatura dei prodotti, fino alla registrazione di un marchio o alla vendita all’estero o on line.

Il Settore Nuove imprese (www.to.camcom.it/nuoveimprese) propone poi durante l’anno numerosi incontri di formazione gratuiti: si parte il 31 marzo con il seminario dedicato ai servizi per la prima infanzia. Gli altri incontri riguarderanno temi come la comunicazione di impresa, social network, e-commerce, web marketing ecc.

NiLab – Laboratorio di elaborazione di idee – www.to.camcom.it/nilab

Si tratta di un nuovo servizio, riservato agli utenti che si sono già rivolti al Settore Nuove Imprese e che hanno un progetto concreto di business. Il Laboratorio, che si svolge in piccoli gruppi, ha come obiettivo l’approfondimento dell’idea di impresa, l’individuazione dei punti di forza e di debolezza, l’analisi dell’organizzazione dell’attività: insieme, sulla base di un modello già collaudato, si affrontano temi come il piano di marketing o la pianificazione economica: 15 i progetti seguiti approfonditamente nel 2014, 3 le imprese in fase di avvio. Nel 2015 NiLab verrà riproposto in tre nuove edizioni, strutturate in 5 incontri ciascuna, per un totale di oltre 50 ore di formazione specialistica e assolutamente gratuita.



In questo articolo: