Stadio Olimpico: Comune e Toro verso un accordo per l’affitto a 500mila euro l’anno. A Cairo non interessa l’acquisto

Durante la seduta congiunta della 1^, 2^ e 5^ commissione in consiglio comunale a Torino, l’assessore Gallo ha illustrato l’ipotesi di accordo raggiunta tra il sindaco Fassino e il presidente del Torino FC, UrbanoCairo, per l’utilizzo dello stadio Olimpico: affitto a 500mila euro/anno per 5 anni+5 anni; manutenzione straordinaria a carico della Città; utenze e gestione e manutenzione ordinaria a carico del Torino che continuerà a pagare extra anche vigili e tassa rifiuti; è previsto un Comitato di controllo sulla manutenzione ordinaria; il Comune mantiene i giorni per i concerti e si terrà il corrispettivo (200-250mila euro/anno, il Torino avrà diritto a un evento l’anno. Urbano Cairo non è interessato all’acquisto dello stadio, indipendentemente dalla ipoteche.

Quanto meno perplesso il capogruppo del Movimento 5 Stelle, Vittorio Bertola, che anche sul suo profilo facebook ha commentato: “Mentre si festeggia ancora lo scudetto Primavera del Toro, la società che ne ha vinti di più in assoluto, Cairo ha comunicato che non gli interessa avere uno stadio di proprietà, nemmeno se fossero risolti i problemi di ipoteche gravanti sull’Olimpico. Preferisce invece affittare lo stadio a 500.000 euro l’anno. Contento lui… certo che è evidente la volontà di Cairo di non fare investimenti che vadano oltre il breve periodo e questo sicuramente danneggia le prospettive del Toro a lungo termine”.