La prima Cena in Bianco ad Asti si terrà in Piazza San Secondo domenica 6 settembre

E’ stata sveltata la location della prima edizione della Cena in Bianco ad Asti che si terrà domenica 6 settembre 2015 in Piazza San Secondo, considerata storicamente il cuore della città. Per una sera la piazza davanti alla Cattedrale e al Municipio diventerà una grande sala da pranzo a cielo aperto . La Cena in Bianco è un evento totalmente gratuito per i partecipanti, aperto a tutti, grandi e piccini a condizione che si rispettino delle semplici condizioni.

Chi vuole partecipare, infatti, deve essere vestito completamente con questo colore non colore, il bianco. Tutti dovranno procurarsi anche tavoli, sedie, tovaglie, tovaglioli, piatti, bicchieri e posate. Tutto rigorosamente bianco. E anche le vivande: cibo e bibite. Non sarà un pic-nic ma una vera e ‘grande tavolata’ dal sapore chic: niente plastica o carta, quindi, ma tovaglie e tovaglioli di stoffa, piatti in ceramica, bicchieri in vetro e posate in acciaio. Solo sedie e tavoli potranno essere in plastica: questi ultimi, però, dovranno essere o rettangolari o quadrati e non dovranno esserci persone sedute a capotavola. Questo perché le tavole verranno unite una all’altra per crearne un’unica per tutti i partecipanti. Si invitano i partecipanti a utilizzare anche decorazioni, centrotavola, palloncini, fiori, candele e candelieri o lanterne o pile/lucine con led a batteria.

Anche nell’abbigliamento libero sfogo alla fantasia, al gusto e all’eleganza. Sono ben accetti gli accessori: cappelli, ventagli e guanti, bretelle e papillon, coroncine e fiori con un unico vincolo… tutto BIANCO.

La cena si svolgerà in uno spazio pubblico per cui ogni partecipante si impegna a fine serata a sparecchiare e smontare tutto portando via in un sacchetto eventuali avanzi o rifiuti che poi metterà negli appositi cassonetti in Città. Non deve rimanere traccia del nostro passaggio. C’è un solo modo per mantenere pulite le nostre città: non sporcarle.

In costante aggiornamento è la pagina Facebook o il blog



In questo articolo: