Tracce di guerra, Vercelli ricorda i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale

Tra il 1940 e il 1945 Vercelli subì cinque violenti bombardamenti ad opera delle forze alleate. Oggi la città ricorda quelle bombe grazie a “Tracce di guerra 1945-2015”, la prima ricostruzione storica e fotografica completa
dei bombardamenti aerei su Vercelli.

Dal 2 al 4 ottobre una importante mostra fotografica, allestita grazie a lunghe ricerche ad opera di Maurizio Roccato, verrà allestita al Museo Leone ed altri eventi paralleli racconteranno quanto è stato scoperto su quei bombardamenti.

Il 3 ottobre sarà possibile accedere anche al rifugio antiaereo sotterrano che si trova sotto piazza Cavour, evento estremamente raro.

“Tracce di guerra 1945-2015” è promosso da “La Rete – Consulta per la promozione del territorio vercellese”

Le foto della gallery

1.Il B-24 Liberator Hot Shotsie che ha bombardato Vercelli il 28 maggio 1944
2.Uno degli equipaggi del 756th Bombardment Squadron
3.Foto aerea scattata durante il bombardamento del ponte sul fiume Sesia che mette in evidenza gli sbuffi delle bombe che esplodono
4.Fascicolo delle missioni del 447th bombardment Squadron per il mese di Novembre 1944. In evidenza quella su Vercelli del 4 novembre
5.Ricovero antiaereo sottostante Piazza Zumaglini, con porta a chiusura stagna per contrastare gli attacchi chimici
6.Fori di mitragliatrice da aereo sul muro di una casa di via S.Paolo, ancora oggi visibili
7.Foto di Francis Lombardi, in volo sulla città il giorno sucecssivo il bombardamento americano del 28 maggio 1944

Questo il programma completo della tre giorni

2 ottobre: mostra fotografica (Museo Leone, 15-17.30)
ATTENZIONE: ore 17:00 si terrà l’inaugurazione-presentazione, in cui curatori e testimoni offriranno una visita guidata.
Cimeli di guerra, documenti e immagini eccezionali, per la più parte inedite, ricostruiscono la storia dei bombardamenti su Vercelli

3, 4 ottobre: mostra fotografica (Museo Leone, ore 10-12 / 15-18)
Cimeli di guerra, documenti e immagini eccezionali, per la più parte inedite, ricostruiscono la storia dei bombardamenti su Vercelli

3 ottobre: apertura del ricovero antiaereo e raduno di mezzi militari (piazza Cavour, ore 10-18)
Per un giorno il rifugio sotterraneo apre il proprio accesso al pubblico, con l’appoggio di alcuni rari veicoli militari d’epoca

4 ottobre: incontro con i sopravvissuti ai bombardamenti (Museo Leone, ore 16.30)
Per ascoltare la preziosa memoria di chi ha vissuto la spaventosa esperienza delle bombe che cadevano sulla nostra città

Sul sito trovate tutti i dettagli.