In mostra a Cherasco African Style, l’arte africana fra tradizione e presente

 A Palazzo Salmatoris a Cherasco, si  inaugura sabato 17 ottobre la mostra: African Style. Dall’arte africana tradizionale all’arte contemporanea” a cura di Bruno Albertino e Anna Alberghina. La mostra ècomposta da nuclei artistici differenti ma complementari ed intende costruire un ponte immaginario tra la grande scultura dell’Africa nera carica di forza enigmatica, e l’arte contemporanea africana ed occidentale.
In esposizione la  collezione di arte africana tradizionale appartenente ai curatori della mostra, Bruno Albertino ed Anna Alberghina, medici torinesi, grandi viaggiatori e appassionati studiosi di arte africana, già curatori di altre mostre di settore ed autori del libro Maschere d’Africa.
Si tratta di circa centocinquanta pezzi tra maschere, statue, feticci, oggetti d’uso tradizionali, tutti accomunati da grande eleganza espressiva e rigore formale in dialogo, con le opere pittoriche, scultoree e fotografiche di artisti contemporanei.
Un fantastico caleidoscopio, in cui l’arte africana sospesa tra passato e futuro, ha ispirato le opere di Ugo Nespolo, Plinio Martelli, Titti Garelli, Renza Sciutto, Marian Heyerdahl. Presente una sezione di fotografie artistiche che documentano la vita di popoli africani custodi di tradizioni ancestrali. Le foto in esposizione sono scatti della fotografa  torinese Anna Alberghina e degli americani Tomas D.W. Friedmann e Phil Borges.
La mostra rimarrà aperta fino al 17 gennaio 2016, è realizzata in collaborazione con il Comune di Cherasco e con il patrocinio della Provincia di Cuneo e  della Regione Piemonte.



In questo articolo: