Cambia sesso ma il tribunale non sancisce il divorzio automatico

Importante decisione del tribunale di Torino, che ha rifiutato lo scioglimento automatico del matrimonio ad una donna che ha concluso il suo passaggio a uomo. Finora il cambio di sesso ha sempre comportato l’annullamento automatico del matrimonio ed era quello che chiedeva una donna di 42 anni, sposata da otto, dopo aver concluso il suo percorso di trasformazione da donna a uomo, compreso il cambio di nome all’anagrafe.

I giudici della sezione Famiglia del tribunale di Torino hanno però ritenuto che le due cose non debbano andare di pari passo e quindi bisognerà seguire il normale iter per il divorzio.

La decisione è importante non tanto nel caso specifico, quanto come precedente nei casi in cui il cambio di sesso non è accompagnato dalla richiesta di divorzio. Quei casi quindi in cui l’annullamento era una conseguenza automatica non voluta dai coniugi.



In questo articolo: