A Torino in migliaia in piazza per protestare contro le legge Fornero sulle pensioni

Sono scesi in piazza per dire “no” alla legge Fornero sulle pensioni. Erano migliaia le persone questo pomeriggio a sfilare in sella alle loro biciclette per le vie del centro.  Cittadini, insieme agli iscritti a  Cgil, Cisl e Uil hanno sfilato da Porta Susa a piazza Castello per protestare contro il provvedimento sulle pensioni, in occasione della giornata di mobilitazione nazionale per “cambiare le pensioni e dare lavoro ai giovani”. In corteo c’era anche l’ex ministro Damiano.

Ha spiegato Enrica Valfrè, segretaria della Cgil di Torino: “La legge Fornero va rivista per il bene del Paese. Per dare spazio ai giovani bisogna dare la possibilità a chi lo vuole di lasciare il lavoro prima, diversificando i trattamenti a secondo del tipo di lavoro”.
“Il governo deve mettere all’ordine del giorno il problema delle pensioni – ha aggiunto Pier Domenico Lo Bianco, segretario della Cisl Torino – perché è l’Italia a chiederlo”. “Il Paese è indignato per come viene trattata questa materia – ha concluso Giovanni Cortese, segretario Uil Torino – l’unica fascia di lavoratori che oggi cresce è quella di chi ha tra i 55 e i 64 anni, perché non può lasciare il lavoro”.