Al salone del Libro di Torino ci saranno due premi Nobel

Sono attesi due premi Nobel oltre al presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano al Salone del Libro di Torino di quest’anno che apre i battenti il 12 maggio. Sono le uniche parole che  si lascia scappare, la presidente della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, Giovanna Milella. Di più non dice “per non rovinare la sorpresa”, spiega.

Oggi la Milella ha illustrato cifre e contenuti della prossima edizione alla commissione del Cultura del Comune di Torino. Un lavoro difficile, ha spiegato. Ricordando che il lavoro fatto “per mettere in sicurezza i conti del Salone e i suoi progetti per tutelare quello che considero un gioiello per Torino e l’Italia”.

 

Per quanto riguarda i contenuti, la Milella ha ricordato che quest’anno ci saranno 21 nuove case editrici giovani all’Incubatore del Salone. Di più. La Puglia sarà Regione ospite e la cultura araba come focus principale, con la presenza, fra gli altri, del direttore del Museo del Bardo di Tunisi.