Le prossime elezioni a Torino raccontate da Il Reportage di Radio 24

Il Reportage, il programma di approfondimento di Radio 24 ha dedicato una puntata all’analisi delle prossime elezioni amministrative a Torino. Radio 24 attraverso la voce di Paolo Piacenza, racconta che la città che vede il record di 16 candidati per la poltrona di Palazzo Civico e che sta vivendo una trasformazione in bilico tra rilancio e crisi.

A meno di tre settimane dal voto del 5 giugno, nel pieno di una campagna elettorale che vede il record di 16 candidati per la poltrona di Palazzo Civico, Torino mostra due facce. La città che il New York Times ha scelto come una delle destinazioni del 2016, che vanta un record di 4 milioni di turisti nel 2015, che è seconda assoluta in Europa, dopo Amsterdam e davanti a Parigi nella classifica delle capitali europee dell’Innovazione, continua, a portare avanti un progetto di trasformazione che per molti aspetti è un modello, non solo nel Belpaese.

Poi però gli umori delle strade dei quartieri popolari raccontano altro. Corso Svizzera, quartiere Campidoglio, ex zona operaia oggi invecchiata e in lento cambiamento. Qui, tra i banchi del mercato, se si chiede alle persone di politica cittadina, elezioni, futuro, in tanti preferiscono non rispondere. E chi parla è critico: le voci rivelano delusione, distanza, rabbia.

Una prima spiegazione è legata alla crisi, che a Torino ha colpito duramente, soprattutto alcune fasce di popolazione: nel 2015, la disoccupazione nell’area metropolitana cala ma resta alta, in linea con quella nazionale, all’11,9%, mentre quella giovanile è al 44,9%, sopra la media nazionale. I poveri, dice Caritas Torino, sono raddoppiati dal 2007 a oggi, 100mila, circa il 15% della popolazione totale.