Da Torino Claudia D’Antona una delle 9 vittime italiane della strage a Dacca in Bangladesh

Una delle 9 vittime italiane della strage in Bangladesh è la torinese  Claudia D’Antona, il cui nome compare nell’elenco delle prime vittime identificate fra i morti al ristorante nella zona delle ambasciate di Dacca la capitale dello stato.

La donna viveva a Dacca da 14 anni ed era Managing Director della Fedo Trading Ltd specializzata nel mercato di T-shirts e Polo.

Claudia si era laureata in legge all’Università di Torino nel 1984, ed è sorella dell’avvocato Patrizia D’Antona ed era la moglie di Gian Galeazzo Boschetti, uno dei sopravvissuti all’attentato, che vive nel Paese asiatico da 25 anni. Boschetti era riuscito a fiuggire nei primi momenti dell’assalto.

Un resoconto aveva spiegato che la moglie era rimasta intrappolata nel locale, prigioniera con altri italiani.

In un messaggio il Sindaco Chiara Appendino, l’amministrazione comunale e la Città di Torino esprimono sincero cordoglio per la morte della concittadina Claudia D’Antona, una delle vittime dell’attentato terroristico di Dacca, e si uniscono al dolore della famiglia.

I primo cittadino ha indetto una giornata di lutto cittadino per la morte della donna.

La sorella ha dichiarato che il funerale di Claudia si svolgerà nella chiesa de Gesù Nazareno in piazza Benefica

La fotografia di Claudia D’Antona dal suo profilo Facebook