Nosiglia scrive ai fedeli musulmani per la fine del Ramadan

L’Arcivescovo di Torino Cesare Nosiglia ha scritto ai fedeli musulmani residenti nel territorio della Diocesi di Torino in occasione del termine del mese di Ramadan. Il messaggio è stato distribuito nei centri di preghiera e nelle moschee grazie al Centro Federico Peirone della Diocesi di Torino e ai Moderatori delle Unità Pastorali.

Festa di ‘Id al-Fitr 2016

Cari amici musulmani,

in occasione del mese sacro di Ramadan, a nome dell’Arcidiocesi di To-rino e mio personale, desidero augurare di cuore a tutti voi che ciascun cre-dente riceva i benefici spirituali promessi a chi obbedisce ai precetti dell’Altissimo con intenzione retta e impegno sincero.
Il mio augurio particolare giunga a tutti i vostri bambini.
Quest’anno il mese sacro del digiuno dei musulmani s’intreccia con un anno particolare della Chiesa cattolica, il giubileo della misericordia indetto da Papa Francesco e quindi, ancora più intensamente insieme, imploriamo e accogliamo la misericordia di Dio e contemporaneamente impegniamoci a conformare le nostre vite al suo nome Misericordioso.
In particolare, educhiamo la nostra gioventù alla misericordia e alla pace verso tutti e testimoniamo la solidarietà verso i più poveri, senza distinzioni. Dio infatti ha affidato a tutti i credenti la custodia della creazione e degli uomini più bisognosi e sfavoriti, perché Egli è il Creatore di tutto.

Buon Ramadàn e buon ‘Id al-Fitr.

Cesare Nosiglia
Arcivescovo Metropolita di Torino

 



In questo articolo: