Un milione di visitatori per il Salone del gusto 2016, risultati presentati in Commissione

Slow Food ha presentato a Palazzo Civico, nella seduta congiunta delle Commissioni Cultura, Lavoro e Ambiente, presieduta da Daniela Albano, i risultati dell’edizione 2016 di Terra Madre e Salone del Gusto, svoltasi dal 22 al 26 settembre.

“Pur non essendo ancora disponibili i dati definitivi della kermesse – ha spiegato Daniele Buttignol, segretario generale di Slow Food – i risultati di questa prima edizione all’aperto, nel cuore di Torino, sono andati oltre le più rosee aspettative, con una stima di un milione di visitatori e tutti gli eventi e i laboratori sold out. Ciò è stato possibile anche grazie alla collaborazione degli Uffici della Città di Torino, della Giunta precedente (con cui si è costruito il progetto) e di quella attuale (con cui è stato portato avanti)”.

Sono stati montati 15mila mq di tensostrutture – ha spiegato Carla Coccolo, responsabile organizzazione eventi di Slow Food – un record per l’Italia, mentre sono stati stesi 7 km di cavi elettrici. Per il Salone del Gusto sono arrivati 1.300 espositori, sia commerciali che di presidi Slow Food, da 100 Paesi, mentre – per quanto riguarda Terra Madre – sono arrivati 7.000 delegati (1.200 – un record – ospitati in famiglie o aziende a conduzione familiare), da 143 Paesi, mille comunità del cibo, mille volontari. Sono stati organizzati 900 eventi (180 dei quali rivolti a bambini e famiglie), in collaborazione con scuole e realtà del territorio, tra cui la Circoscrizione 8. 900 gli chef arrivati, mille le etichette in enoteca.

Note positive anche per la raccolta differenziata: raggiunto l’obiettivo del 70% (con il 92% di purezza dei rifiuti), raccolto in più di 150 isole ecologiche, grazie alla collaborazione dei volontari di Legambiente e delle Sentinelle dei rifiuti dell’associazione Eco dalle Città.



In questo articolo: