Bambino in ospedale denuncia: è stata mia mamma

La Squadra Mobile – II Sezione – Reati contro la persona, in danno di minori e reati sessuali si è trovata ad affrontare un caso in cui un bambino, alle domande dei medici che stavano curando le sue ferite, ha denunciato che a causargliele era stata la madre.

Gli accertamenti sono scattati dopo l’intervento dei poliziotti di una Volante all’ospedale di Cuneo: gli agenti sono stati informati dai sanitari dopo aver visitato un bambino che aveva dichiarato di aver subito delle lesioni da parte della madre. I poliziotti hanno quindi preso contatto con il padre del bambino che ha denunciato una serie di maltrattamenti subiti dal minore da parte della madre. Le successive indagini, incentrate sulle informazioni fornite dalle persone vicine al bimbo, tra cui alcune docenti, e sull’audizione protetta dello stesso, hanno reso solido il quadro accusatorio e fatto venire alla luce alcuni episodi di maltrattamenti fisici e psicologici subiti dal minore: la madre, pertanto, veniva denunciata Procura di Cuneo.

Un secondo episodio di violenza in famiglia su minori riguarda invece la denuncia che un genitore separato ha presentato alla Squadra Mobile (diretta dal vice questore Marco Mastrangelo) nei confronti della ex moglie, accusandola di aver, in più occasioni, insultato e offeso il figlio di sette anni, provocandogli forti disagi: anche in questo caso, i poliziotti hanno ricostruito la vicenda ascoltando sia i vicini di casa, sia le insegnanti del piccolo e, verificata la fondatezza dei fatti narrati, hanno denunciato la donna.



In questo articolo: