Il Museo Egizio di Torino avrà una sezione a Catania

La presidente del Museo Egizio di Torino Evelina Christillin e il direttore Christian Greco hanno definito, con la Soprintendente Luisa Papotti, il sindaco di Catania Enzo Bianco, e l’assessore alla Cultura Orazio Licandro l’accordo per realizzare una sezione del Museo Egizio di Torino nel Convento dei Crociferi.

In accordo con il Mibact Il Museo Egizio esporrà alcuni reperti ora nei depositi del museo, in dialogo con le collezioni ellenistiche siciliane.

Gli spazi dell’ex Convento dei Crociferi, nella via omonima , un capolavoro di edifici barocchi, sono stati in passato sede di sindacato, scuola e uffici,  hanno avuto recentemente interventi di messa in sicurezza e ripristino per destinarli a sede museale comunale.
L’edificio occupa una superficie di 2500 mq,

Soddisfatta la Christillin, “perché l’accordo prosegue il percorso di diplomazia culturale iniziato a Torino con progetti di inclusione sociale che in Sicilia possono coinvolgere nuovi pubblici e diffondere legami tra i popoli e le culture del Mediterraneo”.
Per il sindaco Ezio Bianco, si tratta del “primo caso italiano di collaborazione fra un grande museo internazionale e una città che pensa alla cultura come volano di sviluppo e di cambiamento”.



In questo articolo: