Sorveglianti licenziati si incatenano davanti alla Reale Mutua a Torino

Tre ex lavoratori dell’azienda Cittadini dell’ordine che hanno perso la loro occupazione dopo che Reale Mutua ha deciso di concedere l’appalto di sorveglianza a Telecontrol si sono incatenati davanti alla sede dell’assicurazione e hanno iniziato uno sciopero della fame: “Non ce ne andremo fino a quando non avremo risposte dall’azienda. Siamo stati licenziati senza giustificato motivo e, guarda caso, facciamo tutti parte dello stesso sindacato. E’ da dieci anni che facciamo questo lavoro. Ci è stato proposto di andare a lavorare a Cesena o di passare al lavoro a chiamata, ma come possiamo? Siamo padri di famiglia”.

I tre erano esponenti del sindacato autonomo Flaica-Cub,

I lavoratori avevano già scioperato a luglio, quando l’appalto era stato preso dalla “Cittadini dell’Ordine”, che inizialmente aveva deciso di far scendere la loro paga oraria lorda. A fine dicembre l’appalto è scaduto e il servizio è stato affidato a Telecontrol Vigilanza.

La Reale Mutua in una nota sostiene di “non avere rapporti diretti con i manifestanti, in quanto da molti anni affida i servizi di facility management ad un fornitore esterno specializzato,
che garantisce l’erogazione del servizio”.