La giustizia non è un sogno, il libro in cui Raffaele Guariniello racconta la sua carriera di magistrato

Raffaele Guariniello, l’ex magistrato della Procura di Torino che ha realizzato molte importanti indagini diventate storiche ha pubblicato un libro dal titolo La giustizia non è un sogno, Perchè ho creduto e credo nella dignità di tutti, in cui racconta la sua carriera di magistrato.

Nel libro ci sono gli episodi delle sue inchieste giudiziarie da quando nei primi anni Settanta, svelò il sistema di schedature alla Fiat, per passare alle indagini che hanno portato al processo per l’amianto alla Eternit  su cui Guariniello indagò risalendo alle cause di tantissimi decessi per mesotelioma o le inchieste sul doping nello sport fino alle morti per il rogo della Thyssen.

Guariniello si confessa nel libro: ” Nonostante l’età, faccio ancora sogni assurdi. Come quando vedo le immagini intollerabili dei cinesi o degli indiani chini sui sacchi di amianto e mi domando: Ma non esiste un modo per andare a fare il magistrato laggiù?». È impossibile, me ne rendo conto”.

Recentemente in una trasmissione radiofonica Rai ha raccontato: Mi hanno chiesto varie volte di candidarmi in politica e mi chiesero di fare il sindaco di Torino. Io dissi: ci penso. Ma io sono dell’idea che se fai il magistrato non puoi fare il politico e se fai il politico, soprattutto, poi non puoi tornare in magistratura”.