Turismo, cala la fiducia delle imprese torinesi

“Un campanello d’allarme”. Così Maria Luisa Coppa, presidente dell’associazione dei commercianti, definisce il calo di fiducia delle imprese torinesi del turismo e del settore alberghiero emerso durante la presentazione dei dati del secondo trimestre 2017 sul clima di fiducia delle imprese di Ascom Confcommercio Torino e Provincia e FormatResearch. 

Per la prima volta, dunque, il settore è in calo: -8 per cento circa nei confronti dell’economia generale rispetto al primo trimestre dell’anno, -7,4 per cento il volume dei ricavi e  -6,7 per cento occupazione e fattori finanziari.

Unica nota positiva il credito alle imprese da parte delle banche che è in lieve miglioramento. I dati relativi al secondo trimestre 2017 sono dell’Ascom Confcommercio Torino.

“E’ un campanello d’allarme, siamo molto preoccupati. I dati confermano il disagio della città. Manca un progetto, una visione per il futuro. Torino rischia di tornare la città grigia degli anni ’50”, afferma Maria Luisa Coppa, presidente dell’associazione dei commercianti. “siamo pronti a un confronto nel torinese – aggiunge – con tutti i soggetti e gli attori che credono nel turismo come una fonte importante di sviluppo, di crescita e di innovazione della città”.



In questo articolo: