Il test di fisioterapia all’università di Torino anche per non vedenti

Ai test di ingresso per il corso di laurea in Fisioterapia non ci sarà più nessun quesito che richiede l’uso della logica visiva. L’Università degli Studi di Torino ha accolto la richiesta formulata nelle scorse settimane dall’assessorato regionale alla Sanità con l’obiettivo di eliminare ogni possibile difficoltà di accesso al percorso di studi per le persone non vedenti.

Erano state le associazioni che rappresentano le persone con disabilità visiva a sottoporre il problema che creava una barriera che comportava nei fatti l’esclusione dal percorso universitario e dallo sbocco lavorativo per una categoria, come quella dei non vedenti, il cui inserimento anche nei presidi ospedalieri ed ambulatoriali è invece previsto dalle normative.



In questo articolo: