Oropa si prepara al 2020: lavori in corso nella basilica superiore

Nel 2020 il Santuario di Oropa sarà protagonista della quinta secolare Incoronazione della Statua della Madonna di Oropa, avvenimento che, a partire dal 1620, accade ogni 100 anni. Il gesto solenne d’incoronare il capo della Madonna Nera e del Bambino è stato vissuto ogni secolo come un rinnovato slancio di profonda affezione da parte dei Biellesi e di tutti i devoti al Santuario.

Nel cammino intrapreso verso il 2020, sono stati avviati i lavori di recupero della Basilica Superiore per consegnare alle generazioni future il patrimonio religioso, artistico e architettonico del complesso monumentale di Oropa, il cui valore universale è stato riconosciuto Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco.

Per prima cosa, sono state effettuate delle verifiche sulle condizioni di salute del monumento per orientare le priorità degli interventi. In seguito al distaccamento di alcuni marmi nelle pareti interne della Basilica Superiore, nei mesi di luglio e di agosto sono stati effettuati i lavori di diagnosi per verificare lo stato di conservazione delle pareti di rivestimento e delle colonne.

Sono quindi state condotte le indagini diagnostiche per analizzare lo stato di conservazione del materiale di rivestimento interno ed esterno della Basilica. Parallelamente sono stati eseguiti dei test per la verifica dell’umidità e del micro-clima interno.

La verifica della conservazione dei rivestimenti delle colonne del pronao e della facciata sono state eseguite con tecniche non invasive grazie alla strumentazione georadar, che ha permesso di individuare la presenza dei vuoti, delle malte di ancoraggio e di strutture metalliche nascoste.
Terminate le analisi, la relazione tecnica, pervenuta nei giorni scorsi, è incoraggiante: non sussistono problemi strutturali che rendano necessario il consolidamento statico della basilica. Gli interventi urgenti riguardano il rivestimento in rame della cupola, gli interni marmorei e i rivestimenti esterni in sienite della facciata e delle colonne esterne. In seguito ai risultati delle indagini diagnostiche, sono ora in corso le valutazioni delle priorità di intervento in accordo con la Soprintendenza.

Nei prossimi giorni si provvederà a perimetrare le aree che presentano delle criticità in attesa di individuare gli interventi più urgenti. Saranno garantiti gli accessi ai presepi, alla galleria S. Eusebio e al negozio di souvenir.



In questo articolo: