Un nuovo operatore Amiat ferito in via Germagnano. Per i M5S la situazione ormai non è più gestibile dal solo Comune

Un altro operatore dell’Amiat, è stato ferito a una gamba in via Germagnano, dal lancio di sassi effettuato dal campo nomadi.

E’ il secondo episodio in tre giorni e martedì prossimo il prefetto Saccone ha convocato un tavolo sulla sicurezza dell’area.

Secondo il gruppo M5s:  “è una situazione che viene da lontano e spesso ignorata, a cui mai si è cercata una soluzione definitiva. Siamo vicini ai lavoratori di Amiat, sapendo bene che l’azienda sta facendo di tutto per garantire il regolare svolgimento del lavoro in sicurezza, e sappiamo che la Polizia Municipale sta operando con i mezzi e con le competenze che può esprimere in queste occasioni. Ma la situazione ormai non è più gestibile dal solo Comune, è necessaria  la presenza quotidiana e costante delle forze dell’ordine. Siamo certi che uomini e mezzi possano essere prontamente messi a disposizione, come accaduto per altre situazioni, forse meno problematiche. Abbiamo avuto conferma dalla Sindaca Chiara Appendino che il Prefetto, Renato Saccone, ha convocato per martedì un tavolo per la sicurezza, sperando che possa essere superato quanto prima il campo nomadi e garantita la sicurezza di tutti cittadini e lavoratori in via Germagnano”.



In questo articolo: