Il sindaco di Asti Rasero ha sfiduciato i vertici di Asp

Il sindaco di Asti Maurizio Rasero ha sfiduciato i vertici di Asp (la presidente Giovanna Beccuti, i consiglieri Flavio Doglione e Francesco Scalfari). Il Cda era stato nominato dall’ex sindaco Brignolo al termine della scorsa legislatura, poco prima delle elezioni.

Questo il comunicato di Rasero con le motivazioni:

L’attuale componente pubblica del Consiglio di Amministrazione opera senza il necessario raccordo con il Comune, assumendo scelte a volte anche in contrasto con l’interesse dell’Ente: in un recentissimo CdA un rappresentante del Comune ha espressamente votato per presentare un ricorso contro il Comune stesso, ponendosi così in una situazione di conflitto e senza sollecitare alcun atto di indirizzo del Comune stesso ovvero confrontarsi con l’Amministrazione. E’ vergognoso, altresì, come per conservare un compenso pagato comunque dai cittadini i rappresentanti di nomina pubblica decidano di mantenere la carica, pur non avendo più nessuna rappresentanza del socio pubblico, e quindi del Comune e di tutti i cittadini di Asti.



In questo articolo: