A Bardonecchia Montagne in Noir, il festival della letteratura noir

Torinoir ha concretizzato un progetto accarezzato da tempo, affiancandosi al Comune al Comune di Bardonecchia per realizzare il Festival Montagne in Noir, che si svolgerà dal 13 al 16 settembre.

La Città della Val di Susa, ha le carte in regola per diventare un nuovo e importante punto di riferimento nel panorama del genere giallo-noir. I motivi sono evidenti: la vocazione turistica, l’ottima posizione geografica e ambientale, la capacità ricettiva e le infrastrutture (autostrada, ferrovia), oltre all’immagine qualificata di località di villeggiatura nota a livello nazionale e internazionale.

C’è un altro aspetto da sottolineare: il Piemonte negli ultimi anni è rimasto privo di importanti festival letterari di genere giallo-noir.
Il festival Montagne in Noir di Bardonecchia va quindi a colmare un importante vuoto e si caratterizza anche come l’unico in Italia che affianca al tema letterario specifico, l’ambientazione montana.

Il ricco programma prevede presentazioni di libri, incontri con scrittori nazionali e internazionali tra cui spiccano i nomi di Xavier-Marie Bonnot, Antonio Manzini, Valerio Varesi, Margherita Oggero e molti altri, oltre gli autori di Torinoir.
Nelle quattro intense giornate si svolgeranno tavole rotonde in cui saranno affrontati importanti temi di carattere editoriale, come in quella dal titolo “L’editoria: una montagna da scalare”, o semplici confronti su alcuni temi Noir come in “Omicidi in montagna e altre location”.

Sono previsti anche un premio fotografico con annessa mostra sul tema “Il lato oscuro della montagna”, una piccola ma partecipata fiera del libro, oltre ad aperitivi e cene a tema in luoghi suggestivi del territorio con letture e musica dal vivo, una bella rassegna di cinema noir di montagna, e stimolanti incontri, con gli autori presenti, nelle scuole.
Una kermesse che intende quindi coinvolgere Bardonecchia e il suo territorio in modo capillare, favorendo incontri e approfondimenti con tutte le sue realtà, oltre a diventare inevitabile polo d’attrazione per addetti ai lavori e appassionati del genere.

Presto il programma completo sul sito di Torinoir.



In questo articolo: