Il governo sblocca 107 milioni per la messa in sicurezza delle scuole piemontesi

Tempo sei mesi e partiranno i lavori. Lo annuncia l’assessora all’Istruzione della Regione Piemonte Giovanna Pentenero, dopo il decreto del governo che permette l’accesso ai mutui della Banca europea degli investimenti e quindi lo sblocco di 107 milioni di euro per l’edilizia scolastica in Piemonte. La graduatoria delle scuole che hanno bisogno di intervento è pronta da mesi e così anche i progetti esecutivi. Si tratta solo di attendere i tempi burocratici per le gare d’appalto e gli eventuali ricorsi e si potrà iniziare la messa in sicurezza degli edifici.

17 milioni di euro solo nella provincia di Torino, per lavori prioritari come quello al Darwin di Rivoli (5 milioni) o alla scuola King del quartiere Aeronautica, chiusa dal 2014 perché non sicura secondo i criteri antisismici (5,6 milioni). In realtà servirebbero altri fondi, per esempio per la Salvo D’Acquisto che ha bisogno di dieci milioni o la Boncompagni in San Donato che ne ha bisogno di tre.

L’Ance, l’associazione dei costruttori edili lancia la campagna dei «Nastri gialli» e chiede a studenti e cittadini di segnalare scuole ed edifici degradati, strade dissestate e cantieri bloccati. Sarà una campagna social con un sito di riferimento che intende fare massa critica e pressione su chi stanzia i fondi per i lavori di manutenzione.

Foto: google street view



In questo articolo: