Da lunedì 13 maggio fino a venerdì 17 maggio è in programma lo sciopero dei giudici di pace, vice procuratori onorari e giudici onorari di tribunale

Da lunedì 13 maggio fino a venerdì 17 maggio è in programma lo sciopero dei giudici di pace, vice procuratori onorari e giudici onorari di tribunale. Lo sciopero è motivato contro “la persistente inerzia del governo” sulla riforma della categoria.

A proclamare la protesta diverse associazioni di categoria, A.N.M.O., C.G.d.P., M.O.U. e U.N.I.M.O, che assicurano: saranno garantiti i servizi essenziali secondo le modalità e nei limiti previsti dai propri codici di autoregolamentazione.

Le associazioni di categoria sono sul piede di guerra: “A quasi due mesi dall’incontro con il ministro Bonafede e il sottosegretario Morrone, a un mese esatto dalla promessa di quest’ultimo di predisporre e offrire alla conoscenza dei diretti interessati il progetto definitivo di controriforma, il silenzio regna sovrano. L’urgente necessità di intervenire per scongiurare i pieni effetti devastanti della legge Orlando sul sistema giustizia”.



In questo articolo: