Cinquantenne assolto dall’accusa di aver violentato la vicina di casa di 16 anni

Un uomo di 50 anni è stato assolto dall’accusa di aver violentato la vicina di casa di 16 anni. I fatti risalgono al 2016, e sarebbero accaduti in un paesino tra Fossano e Mondovì. Secondo il racconto della ragazza l’uomo l’aveva accompagnata in macchina in paese per effettuare una ricarica telefonica. Al ritorno aveva compiuto un lungo giro per poi portarla nel suo appartamento, farla sdraiare sul letto e strusciarlesi contro.

I giudici hanno ritenuto che non ci siano prove della costrizione e l’avvocato difensore ha parlato di assenza di accertamenti sulla credibilità della presunta vittima. Per conoscere le motivazioni della sentenza bisognerà attendere che vengano depositate.



In questo articolo: