Il comune di Asti chiude l’acqua al campo nomadi: non pagano le bollette

Il comune di Asti ha deciso di razionare l’acqua al campo nomadi di via Guerra ad Asti. Da alcuni giorni il vicesindaco Marcello Coppo ha provveduto, con l’aiuto dei tecnici, all’istallazione di una valvola che raziona l’acqua in alcune ore della giornata e blocca totalmente il flusso in caso di manomissione.

La decisione è stata presa perchè gli abitanti del campo hanno un conto in sospeso con il comune di 634 mila euro. Le nuove valvole, dice Coppo in un video, permetteranno di risparmiare il 90% dell’acqua.

Oggi abbiamo provveduto al razionamento dell'acqua al campo sinti di via Guerra. Con un passivo di circa 634mila€ di bollette non pagate, siamo i primi che fanno qualcosa di concreto per risolvere l'emorragia di soldi. La stessa misura sarà presa anche per gli altri. Si passerà da circa 36mila metri cubi di acqua all'anno a poco più 2mila metri cubi, con un risparmio (viste le nuove tariffe in vigore) di circa 100mila€ all'anno. Fratelli d'Italia Asti

Posted by Marcello Coppo on Friday, July 5, 2019



In questo articolo: