Sabato 7 settembre è il giorno dei cori per MiTo

Cantare in coro fa bene al cuore e alla mente e anche quest’anno, fra gli appuntamenti più attesi e partecipati della tredicesima edizione del Festival MITO SettembreMusica, c’è il Giorno dei cori. Una festosa invasione in programma sabato 7 settembre a Torino e domenica 8 settembre a Milano, distribuita in dieci concerti pomeridiani e un open singing finale, che farà scoprire alle due città la forza aggregatrice del cantare insieme.

«Gli esiti umani, civili e di piacere condiviso che hanno segnato le esperienze fatte negli scorsi anni sono stati davvero notevoli – dice il direttore artistico Nicola Campogrande – Con determinazione, e con un pizzico di orgoglio, MITO prosegue in questa direzione, continuando a porsi come l’unico grande festival non specializzato a mettere sotto i riflettori, per un’intera giornata, il mondo corale».

La proposta del Giorno dei cori si delinea di anno in anno con novità legate ai programmi e ai partecipanti. Nel 2019 i cori sono quindici, non solo italiani e distribuiti in dieci concerti pomeridiani a Milano e Torino, nelle chiese, nei teatri e nei conservatori. Tante le formazioni coinvolte, a cominciare dal Coro del Friuli Venezia Giulia diretto da Cristiano Dell’Oste e affiancato dal grande violoncellista Mario Brunello, dal soprano Karina Oganjan e dal percussionista Gabriele Rampogna.

Tutte le voci si riuniranno poi a fine giornata per cantare insieme al pubblico e al Coro Giovanile Italiano guidato da Michael Gohl, il direttore che nel 2016 fece conoscere il piacere di cantare tutti insieme, e affiancato da Gianfranco Montalto al pianoforte, in MITO Open Singing. Un momento intenso, civile e gioioso di condivisione fra coristi radunati, coro-guida sul palco e spettatori trasformati in interpreti, come solo il canto corale sa creare.

Dallo scorso anno la serata è programmata nella Sala Fucine delle OGR – Officine Grandi Riparazioni di Torino (sabato 7 settembre, ore 21) e nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano (domenica 8 settembre, ore 21), dove saranno distribuiti gratuitamente i fascicoli con le partiture. In programma grandi classici di autori come Bach, Mozart, Verdi e Puccini alternati a brani più popolari e accessibili ai neofiti quali le versioni corali in prima assoluta delle canzoni Che sarà di Fontana / Migliacci / Pes e La terra dei cachi di Elio e le Storie Tese, arrangiate rispettivamente da Lorenzo Fattambrini e Raffaele Cifani.

Protagonisti dei concerti a Torino di sabato 7 settembre sono: Coro San Nicolò di Litija in Slovenia, Torino Vocal ensemble, Complesso Vocale di Nuoro, Coro polifonico di Lanzo Torinese, Corale Universitaria di Torino, Ensemble La Rose di Piovene Rocchette, Accademia Corale di Lecco, Sibi Consoni di Genova, pour Choeur di Basilea, Coro del Friuli Venezia Giulia.

L’organizzazione del Giorno dei cori e di MITO Open Singing è stata possibile grazie alla collaborazione con FENIARCO – Federazione Nazionale Italiana delle Associazioni Regionali Corali, Unione Società Corali Italiane della Lombardia e Associazione Cori Piemontesi.



In questo articolo: