Spacciavano dai domiciliari utilizzando anche un drone

I carabinieri di Arona hanno scoperto e stroncato un’attività di narcotraffico in Bassa Valsesia. L’operazione si è conclusa con un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 4 persone, di cui 2 in carcere: Domenico Lobrano, 30 anni, già arrestato l’ottobre scorso per detenzione di materiale esplosivo e Alì Chab, 27 anni, possessore di un drone con cui veniva monitorata la zona per segnalare la presenza delle forze dell’ordine durante le operazioni di spaccio. Ai domiciliari sono invece finiti Kevin Hazani, anche lui 27 anni, e M.I., 23enne. Sono tutti residenti a Grignasco e accusati di spaccio di cocaina, marijuana e hashish. Lo spaccio avveniva direttamente nelle loro abitazione, teoricamente protette dalla presenza del drone.



In questo articolo: