Migliaia di jeans della Gas contraffatti, avevano marchi e modelli come originali

La guardia di finanza di Torino ha sequestrato migliaia di jeans contraffatti. Tre imprenditori sono stati arrestati per frode, uno di questi era riuscito ad ottenere i modelli e i loghi dell’ultima collezione Gas e li aveva messi in produzione in una sua azienda tessile in Tunisia.

I jeans fasulli (costo 5 euro, venduti a 120) venivano prodotti in Tunisia e importati da un’azienda di Prato, il cui titolare è tra gli arrestati. La frode è calcolata in un milione di euro. Gli indagati sono accusati dei reati di contraffazione dei marchi, fabbricazione e commercio di beni realizzati usurpando titoli di proprietà industriale, frode in commercio e ricettazione.

Il marchio Gas è ovviamente vittima inconsapevole della truffa.



In questo articolo: