Carte d’identità senza prenotazione, anagrafe in tilt a Torino

L’idea era di risolvere i problemi e dare un po’ di respiro ai cittadini, il risultato è stato un pasticcio di dimensioni notevoli. Oggi era la prima giornata dedicata alle carte d’identità anche senza prenotazione online e l’anagrafe di Torino è andata in tilt. A causa di un problema tecnico per circa un’ora e mezza il servizio è rimasto bloccato ed è ripartito intorno alle 9.30. Alla folla quotidiana si è aggiunta quella di chi era presente oggi per approfittare del fatto che non era richiesta la prenotazione. Il blocco del sistema ha fatto il resto e la coda si è trasformata in un incubo.

Durissimo contro la sindaca Appendino Fabrizio Ricca, capogruppo della Lega al Consiglio comunale:

O Appendino risolve o deve andare a casa. I servizi base non sono sindacabili”, attacca Fabrizio Ricca, capogruppo della Lega al Consiglio comunale di Torino. Un caos infinito che questa amministrazione non vuole risolvere, figlio delle colpe di un ex assessore diventato ministro senza essersi dimostrata nemmeno capace di garantire un servizio base ai torinesi. Anche l’accesso libero previsto per oggi è diventato un incubo per i cittadini e questa volta qualcuno deve rendere conto alla collettività di questa incapacità di gestione. Questa Giunta dimostra di essere arrivata al capolinea. Appendino dica qualcosa e spieghi se pensa di essere capace di guidare la città. I torinesi sono esasperati.



In questo articolo: