Allontanamento zero: La Regione punta alla riduzione degli allontanamenti dei minori dalle loro famiglie

Allontanamento zero. Come annunciato mercoledì scorso, è stato approvato il disegno di legge presentato dall’assessore Chiara Caucino con il quale la Regione Piemonte punta ad una consistente riduzione degli allontanamenti dei minori dalle loro famiglie se queste si trovano in condizioni di disagio sociale e/o economico.

Il provvedimento, che passa ora all’esame del Consiglio, ha come finalità esclusiva la tutela dell’interesse del minore a crescere nell’ambito della propria famiglia, in quanto oltre il 60% degli allontanamenti parrebbe superabile con adeguati interventi di sostegno. L’inserimento dei minori in strutture semiresidenziali e residenziali dovrà avvenire in via residuale ed eccezionale. Prima di allontanare un bambino si dovrà constatare il fallimento del “Progetto educativo famigliare”, che mira a consentire la crescita armonica del minore nella propria famiglia. Le sole condizioni di indigenza dei genitori non potranno essere motivo di allontanamento.

“La Regione – sottolinea Caucino – aiuterà le famiglie con un sussidio economico finalizzato al superamento dei casi di criticità riscontrati. Per sostenere queste azioni si prevede di destinare 9 milioni di euro per il 2020, 12 milioni per il 2021 e a regime una quota non inferiore al 40% delle risorse del sistema integrato dei servizi sociali e delle politiche familiari”.



In questo articolo: