Torino, non si fermano all’alt e scappano, dopo un lungo inseguimento si schiantano contro una villetta

Pensavano di farla franca e invece la loro corsa è finita contro la recinzione di una villetta. Sono ricoverati all’ospedale di Chieri i due giovani di origini romene che questa mattina, mercoledì 15 gennaio, sono stati arrestati dai  carabinieri di Chieri sulla provinciale per Pecetto dopo un lungo inseguimento.

Erano le 10,30 di stamane quando i due, adesso ricoverati all’ospedale di Chieri con lievi ferite, a bordo di una Fiat 500 non si sono fermati all’alt dei carabinieri. A quel punto i militari li hanno inseguiti. Giunti all’altezza di strada Valle Sauglio, al civico 60, il ragazzo alla guida della 500 ha perso il controllo ed è andato a sbattere contro il muro di recinzione di una villetta.

Finita la loro corsa i carabinieri hanno chiamato gli uomini del 118 che hanno prestato i primi soccorsi ai due e li hanno trasportati in ospedale: per loro la prognosi è di qualche giorno.

Al momento sono in corso le indagini dei carabinieri: dalle prime informazioni l’auto è risultata avere una targa falsa.

 



In questo articolo: