Il Premio Industria Felix a BTREES: tra le migliori Startup d’Italia

È il 5° anno di seguito che BTREES cresce a ritmi di oltre il +30% di anno in anno. Sono appena passati i Torino Digital Days, in cui tanti marketer e storyteller si sono ritrovati, proprio nella città della Mole Antonelliana in cui l’Agenzia di Comunicazione ha recentemente aperto una nuova sede sotto la guida di Christian Zegna a fianco dei soci Lorenzo D’Amelio, Davide Paganotti e Carlo Robiglio in qualità di Presidente di Gruppo Ebano.

Uno studio realizzato da Industria Felix Magazine ha selezionato in questi giorni l’azienda premiandola. La ricerca è stata effettuata in collaborazione con Cerved Group S.p.A. (data driven company, una delle principali agenzie di rating in Europa), Università Luiss Guido Carli e Regione Piemonte, con il patrocinio di Confindustria. Il prestigioso premio è già stato attribuito precedentemente ad imprese largamente conosciute nel panorama nazionale come Lindt, Prada, Zucchetti, Qc terme, A2a ed altre di altrettanta fama.

Un risultato che è merito e conseguenza del contributo di ogni professionista del team – dice Lorenzo D’Amelio – Co-Founder & Partner di BTREES, sin dall’inizio impegnato nella Ricerca & Sviluppo dell’azienda -, ciò conferma che la scelta di essere specializzati nel Social Media Marketing ci ha permesso di distinguerci ed offrire servizi di qualità che vengono apprezzati”. L’agenzia ha ritirato il Premio presso l’Unione Industriale di Torino in Sala Giovanni Agnelli lo scorso venerdì 21 febbraio in quanto è risultata essere tra le imprese con le migliori performance gestionali dopo un’analisi scientifica dei bilanci di 10.917 società di capitali con ricavi compresi tra i 2 milioni e 27,2 miliardi di euro.

Attualmente l’agenzia conta 20 persone tra dipendenti e collaboratori, una crescita costante iniziata non molto tempo fa, appena nel 2015, conferma del fenomeno della digital disruption ormai costantemente in corso. “Siamo partiti animati da una grande passione, curiosità e intraprendenza – afferma D’Amelio -, il contributo dei Co-Founder è stato fondamentale all’inizio, mentre siamo stati supportati dal SELLALAB, ossia l’Innovation Hub del Gruppo Sella”. Poi prosegue: “Già nel 2016 sono cominciate le prime assunzioni, da qua in poi c’è stato un nuovo arrivo ogni 3-4 mesi, una discreta avventura per chi come noi non aveva avuto precedente esperienza imprenditoriale. Forse anche questa è stata la nostra particolarità”. Un anno dopo “abbiamo acquisito le prime collaborazioni con delle medie imprese, iniziato ad attrarre ottimi talenti che hanno trasformato l’agenzia seppur fossimo ancora nella nostra provincia d’origine, il Biellese”. Così nel 2018 la Fondazione Michelin Sviluppo premia BTREES “per la capacità di assumere nuovo personale incidendo in termini di impatto sociale e lavorativo sul proprio territorio“. Intanto rilevanti brand si affidano oggi all’azienda, che può contare collaborazioni nel campo dell’education con The Adecco Group e Centro Europeo di Formazione, oppure del banking con Sella ed il Fintech District. Spicca poi la “verticalità” in ambito food con Fini, Roadhouse, Menabrea, Chef Express, Conserve della Nonna ed altri importanti marchi.

L’inizio del 2020 parte perciò con buone aspettative e nuove sfide, non è un caso che lo speech tenuto da D’Amelio (membro, tra il resto, del network Impact Angels Italy) al main event dei recenti Torino Digital Days, sia stato proprio sulle imprese del futuro: “il mio racconto è stato dedicato a mostrare il trend inaspettato delle emergenti Startup dell’East Africa per cui abbiamo sviluppato dei workshop con l’iniziativa Startup Africa Roadtrip. L’innovazione non ha geografia, non va inseguita, ma piuttosto costruita in Italia e all’estero e per farlo serve capacità di ascolto, intraprendenza e perseveranza“.

(Nella prima foto, a partire da sx: Carlo Robiglio, Lorenzo D’Amelio, Christian Zegna.
Nella seconda foto: Lorenzo D’Amelio, Co-Founder & Partner di BTREES)