Ospedale di Rivoli, dopo un turno massacrante due infermiere cantano al pianoforte “Imagine” di John Lennon per pazienti e colleghi – VIDEO –

GRAZIE al gesto di queste due donne coraggiose simbolo di tanti eroi ed eroine in prima linea in questo momento che stiamo vivendo. Hanno regalato a tutti i presenti in quel momento e a noi che le ascoltiamo e immaginiamo la stanchezza dei loro volti sotto le mascherine dopo l'ennesimo turno massacrante .....un messaggio di forza, di speranza che va condiviso.Hanno usato uno strumento molto importante per farlo, LA MUSICA che con le sue note, le sue vibrazioni è in grado di toccare nel profondo con l'intento di sostenere e confortare in situazioni intense e difficili come quella attuale.Sarebbe bello se adesso negli ospedali, tra le corsie, nei reparti, si potesse trasmettere in filodiffusione musica come questa, dalle vibrazioni positive e dalle parole che toccano nel profondo; credo potrebbe almeno un po' alleviare i troppi carichi (fisici ed emotivi) che addetti ai lavori e pazienti si trovano ad affrontare insieme.Chissà magari in qualche ospedale lo si fa già...oppure è possibile farlo, io non lo so, ma lo immagino possibile.🙏🙏🙏

Posted by Silvana Battiniello on Sunday, March 29, 2020

Dietro la mascherina il volto di chi ha effettuato l’ennesimo turno massacrante. Senza sosta e senza sconti. Davanti un pianoforte e il testo di Imagine di John Lennon. Succede all’ospedale di Rivoli che a fine turno due infermiere, Lotti e Desirèe,  hanno regalato a pazienti e colleghi un messaggio di forza e di speranza.

Il video è stato pubblicato da un’amica, Silvana Battiniello.

“GRAZIE al gesto di queste due donne coraggiose simbolo di tanti eroi ed eroine in prima linea in questo momento che stiamo vivendo – scrive-.  Hanno regalato a tutti i presenti in quel momento e a noi che le ascoltiamo e immaginiamo la stanchezza dei loro volti sotto le mascherine dopo l’ennesimo turno massacrante …..un messaggio di forza, di speranza che va condiviso.
Hanno usato uno strumento molto importante per farlo, LA MUSICA che con le sue note, le sue vibrazioni è in grado di toccare nel profondo con l’intento di sostenere e confortare in situazioni intense e difficili come quella attuale.
Sarebbe bello se adesso negli ospedali, tra le corsie, nei reparti, si potesse trasmettere in filodiffusione musica come questa, dalle vibrazioni positive e dalle parole che toccano nel profondo; credo potrebbe almeno un po’ alleviare i troppi carichi (fisici ed emotivi) che addetti ai lavori e pazienti si trovano ad affrontare insieme.
Chissà magari in qualche ospedale lo si fa già…oppure è possibile farlo, io non lo so, ma lo immagino possibile”.

GRAZIE al gesto di queste due donne coraggiose simbolo di tanti eroi ed eroine in prima linea in questo momento che stiamo vivendo. Hanno regalato a tutti i presenti in quel momento e a noi che le ascoltiamo e immaginiamo la stanchezza dei loro volti sotto le mascherine dopo l'ennesimo turno massacrante …..un messaggio di forza, di speranza che va condiviso.Hanno usato uno strumento molto importante per farlo, LA MUSICA che con le sue note, le sue vibrazioni è in grado di toccare nel profondo con l'intento di sostenere e confortare in situazioni intense e difficili come quella attuale.Sarebbe bello se adesso negli ospedali, tra le corsie, nei reparti, si potesse trasmettere in filodiffusione musica come questa, dalle vibrazioni positive e dalle parole che toccano nel profondo; credo potrebbe almeno un po' alleviare i troppi carichi (fisici ed emotivi) che addetti ai lavori e pazienti si trovano ad affrontare insieme.Chissà magari in qualche ospedale lo si fa già…oppure è possibile farlo, io non lo so, ma lo immagino possibile.🙏🙏🙏

Posted by Silvana Battiniello on Sunday, March 29, 2020