Riapre dopo 70 giorni e scivola sull’igienizzante, parrucchiera di Novara si rompe il polso

Davvero a volte contro la malasorte non si può combattere. Una parrucchiera di Novara, la titolare de “L’essenziale”, ha riaperto al pubblico martedì, dopo 70 giorni di chiusura forzata per il lockdown. Un giorno di lavoro e poi, metre era impegnata a igienizzare la postazione tra un cliente e il successivo, è scivolata sul pavimento umido e si è fratturata il polso in due punti.

Operata per ridurre la frattura, ora dovrà stare nuovamente ferma. Il negozio rimane aperto, ma inevitabilmente a servizio ulteriormente ridotto.

Così racconta la disavventura sulla pagina Facebook de L’essenziale.

Mascherina, visiera, pettina, sanifica. Arriva l’altra cliente: sanifica, pettina, sanifica e… il vuoto. È stato come scivolare su una lastra di ghiaccio.
Mercoledì mi sono rotta il polso, poco dopo aver riaperto a causa dei due mesi di stop.
Ringrazio di cuore chi si è mosso da subito per me, chi mi ha pensata e chi mi ha scritto parole di conforto. 🙏🏼
Ma soprattutto, ringrazio Tania, il mio braccio destro in tutti i sensi. È grazie a lei se continuiamo ad accogliervi in salone. Certo, i ritmi sono rallentati, perché non siamo in due a lavorare, ma stiamo facendo il possibile per cercare di accontentare tutti. 🤞🏻
Grazie a voi per la pazienza e per tutto l’affetto che mi dimostrate💕 Al più presto tornerò operativa anche io e non vedo l’ora di poter riprendere a coccolarvi 🥰



In questo articolo: