Leader No Tav viola il divieto di dimora per manifestare e finisce ai domiciliari

Emilio Scalzo, 65 anni, storico del Movimento No Tav, ha violato il divieto di dimora nei comuni di Chiomonte e Giaglione (impostogli dopo gli sconti del luglio scorso) per partecipae alle manifestazioni delle scorse settimane. Scalzo è stato identificato dalla Digos e per lui è scattato l’aggravamento delle misure di contenimento. Ora dovrà trascorrere agli arresti domiciliari a Bussoleno (dove risiede) il resto della pena.



In questo articolo: