Cantastorie un progetto realizzato con Arduino per i bimbi malati di tumore di Pecetto

Il progetto Cantastorie nasce da un’idea di Davide Spina, di Pecetto Torinese, ma è stato realizzato con le competenze tecniche dell’associazione Slip – Software libero Pinerolo.

Sono state realizzate sei scatolette cantastorie che i bimbi kirghisi ospiti del Sermig all’Eremo di Pecetto Torinese hanno potuto usare durante il loro soggiorno. Al suo interno c’erano le storie inventate e registrare dai bambini delle due classi quinte della primaria Nino Costa di Pecetto.

Cantastorie si basa sulle schede Arduino e ha un grossa forza evocativa. La progettazione del “Cantastorie” è durata qualche mese, mentre il lavoro vero è proprio qualche settimana. L’iniziativa, finanziata dal Comune di Pecetto, ha ottenuto una menzione speciale al concorso Med 2020, riguardante l’educazione all’uso dei media, promosso dall’associazione italiana per l’Educazione ai Media e alla Comunicazione.
Nello spirito del software libero, il progetto è stato pubblicato al link https://github.com/hardwareliberopinerolo/CantaStorie, perché possa essere riprodotto da altri.



In questo articolo: