Finanziamenti: come trovare i prestiti più convenienti

I prestiti personali e i finanziamenti non finalizzati vengono spesso richiesti per motivi di diversa natura, dalla necessità di sostenere una spesa, ad esempio un intervento odontoiatrico, alla decisione di soddisfare un desiderio, quale può essere un viaggio, una vacanza, l’acquisto di un’auto nuovadi un elettrodomestico o la ristrutturazione della casa.

Talvolta, si ricorre ad un prestito personale anche per il consolidamento di debiti già in essere, oppure semplicemente per avere a disposizione un importo di denaro liquido da utilizzare in diverse situazioni. I prestiti personali vengono erogati da istituti di credito e società finanziarie e prima di procedere ad inoltrare la richiesta, la soluzione migliore è sempre quella di mettere a confronto diversi prodotti, al fine di valutare quello che può essere considerato il migliore in relazione alla proprie esigenze. A questo proposito, ci sono portali specializzati come chescelta.it che offre all’utente la possibilità di individuare la soluzione più adeguata. Grazie a questo sito web, è possibile conoscere le caratteristiche dei prestiti personali e dei finanziamenti con cessione del quinto, per poi procedere alla scelta del prodotto più adatto a soddisfare le proprie necessità personali.

Quali possono essere le finalità di un prestito personale

Un finanziamento di questo tipo, come si è detto, può essere richiesto per varie ragioni, non obbligatoriamente per una necessità ma anche per l’acquisto di qualsiasi bene, quale può essere un box, un’auto o una moto nuova o i mobili per la casa.

Talvolta, anche quando si tratta di prestiti non finalizzati, e quindi che non necessitano di alcuna giustificazione, può accadere che la banca o la società finanziaria richiedano comunque una motivazione, o addirittura la presentazione di un preventivo della spesa oggetto del finanziamento. In questo caso, si consiglia di fornire sempre informazioni precise, poiché la ragione di questa richiesta è quella di offrire il tasso di interesse più vantaggioso in relazione all’utilizzo della liquidità ottenuta.

Le modalità di restituzione delle rate di un finanziamento

Un prestito personale si restituisce a rate mensili, secondo un piano di ammortamento che di solito non supera le 120 rate, per un periodo di dieci anni. Questo consente di personalizzare la rata secondo le proprie disponibilità economiche, evitando di sostenere rate troppo onerose.

In caso di dubbi, è molto importante lasciarsi guidare dai suggerimenti di un consulente, per evitare di scegliere un piano di ammortamento troppo breve e di ritrovarsi a dover sostenere rate di entità piuttosto elevata, con conseguenti difficoltà. I preventivi forniti da banche e società finanziarie di solito permettono di mettere a confronto diverse soluzioni, calcolando l’importo delle rate in base a periodicità differenti.

L’importo di un prestito personale può essere di poche migliaia di euro, come avviene per l’acquisto di dispositivi elettronici o elettrodomestici, fino ad arrivare anche a 50mila euro e oltre. La cifra massima può variare da un ente erogatore ad un altro, e nel caso di cifre elevate potrebbe essere richiesta la stipula di una polizza assicurativa.

I prestiti per consolidamento debiti

Finanziamenti e prestiti personali sono prodotti molto diffusi e utilizzati, e può accadere di attivarne diversi nello stesso periodo, magari per acquistare un’auto, l’arredamento per la casa, per frequentare un corso universitario o per sottoporsi ad un intervento chirurgico.

Avere diversi prestiti in corso può creare facilmente confusione: è appunto in questi casi che si consiglia di ricorrere ad un prestito per il consolidamento debiti, vale a dire all’estinzione di tutti i finanziamenti in corso, sostituendoli con un unico prodotto e magari ottenendo un margine di liquidità.

Anche nella scelta di un prestito per il consolidamento debiti, si raccomanda di confrontare diversi preventivi e di valutare con attenzione il limite massimo dell’importo erogato, il tasso di interesse e le varie spese accessorie, il piano di ammortamento e l’importo delle rate.