Il deputato astigiano Paolo Niccolò Romano è stato espulso dal Movimento 5 Stelle

Il collegio dei probiviri del Movimento 5 Stelle ha deciso per l’espulsione di Paolo Niccolò Romano, deputato astigiano che nell’ultimo periodo si era allontanato dai dettami del partito. Coinvolta nell’espulsione anche la senatrice eletta a Latina, Marinella Pacifico, per non aver restituito parte degli stipendi devolvendoli al Movimento. Romano si era messo con i No al referendum voluto fortemente dai pentastellati. Nei giorni successivi, infatti, si era autosospeso insieme ad altri parlamentari dal partito.

A commentare l’uscita di Romano è Massimo Cerruti, capogruppo dei Cinque Stelle in Consiglio comunale ad Asti:

Prendo atto della decisione. Riconosco a Paolo Romano di essere stato uno dei primi a credere e a impegnarsi per il Movimento qui ad Asti, quando in molti neppure sapevano che cosa fosse.
Durante i suoi mandati ha restituito una grande quantità di denaro, centinaia di migliaia di euro, cosa che nessun altro deputato aveva mai fatto.
A un certo punto ha deciso di non farlo piú si è allontanato da noi e ha assunto una linea politica divergente.
Constato come il M5S si sia dato delle regole molto rigide e anche in questo caso intenda farle rispettare – Ora però siamo alla vigilia degli Stati Generali, siamo tutti impegnati in un appuntamento che dovrà riorganizzare e rivitalizzare la nostra forza politica. Il mio auspicio è che si attivino processi sempre più virtuosi nella scelta della classe dirigente, ponendo al centro e rivalutando la figura e l’esperienza maturata dai gruppi e dai portavoce locali.