Ritrovato nel Tanaro il corpo di Giovanni Calabrese scomparso a inizio ottobre dalla sua abitazione di Priocca

E’ stato ritrovato nel Tanaro il corpo di Giovanni Calabrese, il 49enne scomparso lo scorso 6 ottobre dalla sua abitazione di Priocca.

Il cadavere dell’uomo è rinvenuto nelle acque del Tanaro, non lontano dal ponte tra i comuni di Castagnito e Neive. Le operazioni di recupero della salma sono ancora in corso ad opera dei Vigili del Fuoco.

A dare l’allarme del tragico ritrovamento è stato un passante che si trovava a passeggiare con il proprio cane lungo il fiume. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Alba, insieme ai Carabinieri del Comando di Govone.

Giovanni Calabrese si era allontanato dalla sua abitazione di Priocca lo scorso 6 ottobre senza più dare notizie di sé, privo di portafogli e telefono cellulare. La famiglia non vedendolo rientrare, aveva dato il via alle ricerche, da parte dei Carabinieri, coadiuvati dalle squadre dei Vigili del Fuoco di Alba, Bra, Sommariva del Bosco e Asti.

Le ricerche dell’uomo, dipendente della Giordano Vini di Valle Talloria, sono state successivamente estese al territorio di Castellinaldo dove era stato visto grazie alle telecamere di sicurezza di un’azienda del paese.



In questo articolo: