Vetrine rotte, negozi saccheggiati, 10 arrestati e 3 feriti, il triste bilancio delle proteste a Torino contro il Dpcm

Si è trasformata in un bollettino da guerruglia urbana la protesta contro il Dpcm di ieri sera in piazza Castello. Tre feriti (un giornalista e due poliziotti), 10 persone arrestate, 4 denunciate, bombe carta lanciate contro la polizia, che ha risposto con cariche e lanci di lacimogeni. E poi vetrine sfondate nei negozi di via Roma, alcuni dei quali, come è accaduto a Gucci, sono stati saccheggiati.

E ancora dehors devastati in via Lagrange e in via Po. Poi cassonetti bruciati e monopattini dati alle fiamme e usati come ariete per sfondare le vetine. Nelle prossime ore si farà la conta dei danni. Più tranquilla la manifestazione in piazza Vittorio, che si è svolta secondo le regole.

(Foto di Pietro Comerro)