Addescava bambini via Fortnite per ottenere immagini illegali

Un diciassettenne ha adescato altri bambini via internet convincendoli a produrre immagini a contenuto pedopornografico. .E’ quanto ha scoperto la polizia nel Torinese. Il traffico è stato bloccato dopo la denuncia della mamma di uno dei bambini.
A partire dal primo lockdown, il giovane ha utilizzato la piattaforma dei videogioco Fortnite per contattare i bambini, per poi spostare la comunicazione su Tik-Tok, Instagram e Whatsapp.
L’indagine della Polizia cominciata lo scorso luglio è stata svolta dagli investigatori del commissariato di Rivoli in collaborazione con i colleghi delle polizie postali del Piemonte e del Veneto.