Asti, urina sulla porta accanto al bar e minaccia con una pistola il gestore che lo sgrida

La sera dello scorso 5 gennaio la polizia di Asti è intervenuta nella zona della stazione ferroviaria a seguito della segnalazione pervenuta sul 112 NUE di un uomo con arma da fuoco il quale aveva avuto una lite con un commerciante della zona.

Sul posto il gestore di un bar riferiva di aver avuto un alterco con uno sconosciuto, sorpreso ad urinare di fronte all’ingresso di un condominio adiacente all’esercizio pubblico. Per tutta risposta, lo sconosciuto reagiva estraendo dai pantaloni una pistola, puntandogliela contro e minacciandolo di morte, allontanandosi poi a piedi in direzione della stazione ferroviaria.

Le immediate ricerche dello sconosciuto, grazie alla descrizione fornita dal richiedente l’intervento, ha permesso ai poliziotti di rintracciarlo nei pressi del Movicentro, a poca distanza dal luogo dei fatti. L’uomo da subito si è dimostrato ostile e violento, al punto che dapprima verbalmente, e poi fisicamente, si è scagliato contro gli agenti, ingiuriandoli e minacciandoli di morte.

La perquisizione personate ha consentito di rinvenire una pistola di colore grigio metallico senza alcun tappo rosso, risultata poi essere fortunatamente solo una pistola giocattolo con munizionamento in pallini in plastica, che è stata sequestrata.

L’uomo, un 69enne residente a Milano, è risultato avere a carico numerosi precedenti di polizia per fatti analoghi ed è stato tratto in arresto per il reato di resistenza a pubblico ufficiale ed indagato per i reati di oltraggio a P.U. e minaccia aggravata.