Sposa un 75enne malato e gli porta via casa e conti, indagata per circonvenzione di incapace

A contattarla era stato lui, un uomo di 75 anni di Torino, vedovo, con la salute zoppicante, rispondendo ad un annuncio su un giornale. Si sono incontati, conosciuti, piaciuti nonostante i 20 anni di differenza ed alla fine si sono sposati.

Già prima del matrimonio lui le avev fatto un bonifico di 73 mila euro, dopo le nozze le ha intestato la casa e cointestato il conto corrento, che lei ha velocemente provveduto a svuotare portando via 250 mila euro.

Un anno dopo il matrimonio la salute dell’uomo è peggiorata, così la moglie lo ha sistemato in una csa di riposo rimanendo da sola a vivere nella casa, della qule del resto era ormai proprietaria.

Il fratello e il nipote dell’anziano hanno però denunciato la donna, che ora è indagata per circonvenzione di incapace. La difesa afferma invece che l’uomo era lucidissimo eed ha scelto consapevolmente come vivere i suoi ultimi anni. Per la difesa la denuncia dei familiari è solo dovuta a questioni di eredità.