Neve, Gliz e Aster al Parco Colonnetti di Torino saranno ripuliti

Verranno ripulite le mascotte delle Olimpiadi di Parco Michelotti a Torino. La Consigliera Comunale di Forza Italia Federica Scanderebech aveva proposto da tempo un’interpellanza sul degrado e l’abbandono in cui versano le mascottes Neve, Gliz ed Aster simbolo delle Olimpiadi di Torino 2006 ed ha finalmente ricevuto risposta.

“Anche il Comune ha difficoltà a capire a chi spetti la manutenzione delle mascottes olimpiche attualmente abbandonate a loro stesse in Via Artom. – dichiara Scanderebech – Di Neve, Gliz ed Aster, però, il Comune ne possiede più di una triade. Dal 2006 iniziò il loro pellegrinaggio in diversi magazzini comunali prima nel magazzino del Verde pubblico presso il vivaio di Manifattura Tabacchi, poi nel magazzino del Patrimonio di Corso Ferrara. Neanche i settori della città, infatti, sanno a chi spetta la proprietà e la manutenzione, se debba essere il Verde o il Patrimonio, ma è un’eredità che va preservata. Una triste storia per un simbolo di un’epoca che ha visto brillare Torino nel mondo, un periodo che tutti noi torinesi ricordiamo con passione e rimpianto”.

“Nel 2006 in occasione dell’inaugurazione del Parco Colonnetti – continua la Consigliera Scanderebech – la più fortunata delle triadi fu esposta all’ingresso dell’area verde di Via Artom, e subì un intervento di pulitura nel 2018 con un’idropulitrice. Poi nel 2016 un’altra triade fu restaurata e posta in Piazza Castello in occasione del decennale dalle olimpiadi, mantenuta per poco e poi smontata e portata in un magazzino del Verde dove ora versa in totale abbandono. Attualmente, quindi, oltre alla triade esposta al Colonnetti, le altre triadi sono conservate nei magazzini del Verde in Via Buscalioni e nel magazzino del Parco Pietro Mennea, ma versano in pessime condizioni essendo state oggetto per anni a numerosi eventi atmosferici, gli uffici dichiarano l’impossibilità di riportarle alla luce”.

“L’unica triade che può essere salvata è quella del Parco Colonnetti. La Città annuncia che potrebbe quest’anno chiedere un preventivo a SMAT per un restauro. Infatti, SMAT partirà a breve con i lavori per la realizzazione di un collettore nord sud della città”.

“L’unica bella notizia di questa brutta e triste storia è il lieto fine! – chiude Scanderebech – A seguito della mia interpellanza si è fatta chiarezza e il settore verde, qualora SMAT non provvedesse alla manutenzione dei tanto amati Neve, Gliz e Aster, se ne occuperà personalmente. Si procederà, quindi, nei prossimi mesi con una nuova pulitura con l’idropulitrice, e le mascottes verranno finalmente e definitivamente adottate dal settore del Verde che prendendole a cuore provvederà a una manutenzione. Forse anche il settore del Verde, tanto quanto molti torinesi, ha nostalgia di quel periodo olimpico in cui l’orgoglio di essere torinesi risplendeva nel mondo. Sono certa che sia un buon segnale per dare nuova luce al sentimento olimpico che mai si è spento nei nostri cuori!”