Federalberghi Torino: ristori inadeguati, ai comuni il 53% delle perdite, agli alberghi solo il 3,8%

“Il quadro che emerge dall’indagine condotta dalla Federazione nazionale rivela come il comparto turistico-ricettivo abbia ricevuto indennizzi per nulla adeguati alla perdita di fatturato superiore all’80%” – La dichiarazione è di Fabio Borio, presidente di Federalberghi Torino, che continua – “Auspichiamo che il nuovo governo tenga in considerazione questi aspetti e intervenga in soccorso di un comparto che rappresenta il 13% del PIL italiano collocando ai primi posti dell’agenda i ristori perequativi promessi nel cosiddetto decreto ristori quinquies.”

Secondo i dati di Federalberghi il Comune di Torino, che nel 2019 aveva incassato oltre 8 milioni di euro dalla tassa di soggiorno, è stato indennizzato per 4.350.000 euro, pari al 53.3%, mentre alle strutture ricettive, che hanno perso il 80% del fatturato nel 2020, sono stati erogati ristori per il 3,8% (61 mila euro circa) calcolati sui mancati incassi del mese di aprile. Una situazione simile a quella registrata a Napoli, Firenze, Roma e Venezia.



In questo articolo: